Digital Nomads

Digital Nomads

Avete presente quanto si può sentire scocciata una persona obesa quando le si fanno domande tipo: perché non ti metti a dieta? Ma quanto mangi?
Più o meno il fastidio che prova un cicloviaggiatore è lo stesso alla domanda “ma con i soldi come fai?”.
D’impatto credo che oguno di noi, compresi gli obesi, risponderebbe “non sono affari tuoi” (usando una forma gentile), ma siccome siamo una categoria di gentiluomini – non so se anche gli obesi lo siano – cerchiamo di ragionarci insieme.

La risposta non è semplicissima.

Partiamo dai soldi che spendete voi. Avete presente quanto dovete pagare per benzina, bolli, tasse, affitti, assicurazioni, bollette, sigarette e tanti altri vizi come gli aperitivi a 15 Euro, il cinema e le cene in ristorante? Ecco, noi non abbiamo di queste spese. Le spese che abbiamo noi sono concentrate principalmente in cibo e, qualche volta, nel dormire. Certo, spesso ci concediamo il “lusso” di prendere parte a qualche attrazione turistica o di andare a mangiare in qualche ristorante. Ma, credetemi, la maggior parte delle volte il budget giornaliero non supera i 15$ (una decina di Euro), poi se si va in posti come il Sud Est asiatico, il budget è ancora più basso. So di gente che riesce a spendere 5$ al giorno. E non sono genovesi!

Comunque vi svelo un segreto: ebbene si, anche noi lavoriamo. I soldi non ci arrivano dal cielo. E se si è bravi a risparmiare (soprattutto se in progetto c’è un viaggio imminente), mettere dei soldi da parte in breve tempo, facendo magari qualche lavoretto saltuario, è fattibile. E per lavoretto saltuario intendo qualsiasi tipo di lavoro. C’è chi campa vendendo i propri libri, chi ha un blog remunerativo, c’è chi ha un appartamento in affitto (ok questo non è proprio un lavoro). C’è chi, grazie alle proprie competenze, si può concedere di campare di lavori saltuari nel campo del turismo (io, per esempio, appartengo a questa categoria), dell’informatica, del digital marketing ect..

Quindi, mettetevi il cuore in pace. Anche noi lavoriamo. Diciamo che, anche se sembra paradossale, abbiamo meno spese.

Avete mai sentito parlare di travel nomads, nomadi digitali? In poche parole sono tutte quelle persone che si son stancati di lavorare rinchiuse in un ufficio, che amano viaggiare e che hanno deciso di lavorare attraverso le proprie passioni e le proprie abilità. Se anche voi ci state pensando…dateci un’occhiata!